Benvenuti sul nuovo sito del Comune di Pino Torinese. Stiamo lavorando al trasferimento di tutti i contenuti sul nuovo portale del Comune. Se non trovi ciò che stai cercando, vai al vecchio sito cliccando sulla voce sottostante

Notizie dal Comune

Ci ha lasciato il 14 dicembre il nostro concittadino Leonardo Mosso, nato a Torino nel 1926 e figlio del celebre Arch. Nicola Mosso. Architetto e artista, Mosso è stato docente di Composizione Architettonica al Politecnico di Torino e in varie università estere, teorico della progettazione strutturale dell’architettura diretta ed è stato stretto collaboratore di Alvar Aalto, a cui ha intitolato l’istituto fondato, insieme al padre e alla moglie Arch. Laura Castagno, nel 1979. L’Istituto Alvar Aalto – Maad (Museo dell’architettura, arti applicate e design) ha sede proprio a Pino Torinese, presso la Villa Ruiz Antonelli. 
Negli anni numerose sono state le installazioni artistiche di Mosso in Italia all’estero (Germania, Olanda…), ultima delle quali quella al Centre Pompidou di Parigi, inaugurata a marzo 2018, che ha dedicato al noto architetto pinese una sala permanente dedicata alla sua opera. In mostra erano presenti molte opere fra cui spiccavano le tipiche installazioni a giunti, come la rossa “Ascension pour Laura” esposta nella parete all’ingresso, i modelli per la cappella d’artista e per la città programmata, documenti grafici e fotografie, nonché il bozzetto per il concorso di progettazione dello stesso Centre Pompidou, poi vinto da Renzo Piano e Richard Rogers, cui partecipò anche Leonardo Mosso nel 1971 e intitolato “La comune della cultura”. La sensibilità nei confronti della comunità, una comunità libera, aperta e indipendente, è un elemento sempre molto presente nell’opera di Leonardo Mosso, anche in quegli incredibili avamposti di modernità che furono le progettazioni al computer del “Progetto di città-territorio programmata ed autogestibile” condotti insieme a Laura Castagno, sua amata sposa, collaboratrice e artista a sua volta.
Parte delle opere allestite sono poi state donate da Leonardo Mosso e Laura Castagno al Centre Pompidou, inalienabili e destinate ad essere pienamente valorizzate nel futuro.
In occasione dei 90 anni dell'artista, il Comune di Pino Torinese ha organizzato, nell'aprile 2016, una cerimonia di riconoscimento durante la quale, alla presenza delle autorità e dello stesso Leonardo Mosso, si è ripercorsa idealmente la carriera e lo studio dell’architetto biellese, soffermandosi in particolare sul suo naturale collegamento e sull’influenza del mitico Alvar Aalto, architetto, designer e accademico finlandese, tra le figure più importanti nell’Architettura del XX secolo.
Il legame di Mosso con Pino Torinese è cresciuto e si è consolidato con gli anni, in occasione, soprattutto, di alcuni importanti eventi organizzati dall'Amministrazione in collaborazione con l'artista stesso. Ricordiamo, ad esempio, la mostra allestita, a cura dell'Arch. Gianfranco Cavaglià, nel maggio 2017 presso la Biblioteca Comunale Angelo Caselle dal titolo "L'Arte del Novecento e il Libro". L'iniziativa, realizzata nell'ambito del Salone del Libro di Torino, ha proposto una selezione di libri e riviste provenienti dalla collezione di Leonardo Mosso e Laura Castagno, raccontando la storia dell’arte attraverso le copertine di libri e riviste ideate da artisti, architetti e designer.
Nel 2018 la SIAT, storica Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino ha nominato l’Arch. Leonardo Mosso a Socio Onorario “quale protagonista della scena torinese, valente progettista e studioso attento e aperto alle contaminazioni culturali”. La nomina, celebrata durante un apposito evento a Pino Torinese nel dicembre del 2018, viene riconosciuta alle “persone che si siano particolarmente distinte nell’ingegneria, nell’architettura o nelle scienze e arti aventi attinenza con l'ingegneria e l’architettura”.
A giugno 2019 l’Istituto Alvar Aalto, nella persona del suo Presidente Leonardo Mosso, ha donato al Comune di Pino Torinese alcune opere dell'architetto e artista Umberto Cuzzi, uno dei più importanti architetti del filone razionalista, che ha avuto modo di visitare spesso Pino nel corso della sua vita e di dipingere alcuni suoi luoghi e paesaggi caratteristici negli anni 50 e 60.

"Con la scomparsa di Leonardo Mosso salutiamo un amico e concittadino di grande valore – dichiara il Sindaco, Alessandra Tosi -. Uomo di grande ingegno ed estro artistico, che ha portato onore al nome di Pino Torinese non solo in Italia, ma in tutto il mondo grazie alle sue opere d’arte e architettoniche. Si dice che l’espressione di un artista sia la sua anima manifesta: lo spirito di Leonardo ci viene quindi raccontato dalle sue creazioni, geniale e visionario, avanguardistico, sempre proiettato al futuro. Perdiamo una persona di grande valore e un amico, che ci lascia però in eredità il grande dono delle sue opere, la sua personalità raccontata tra le sale dell’Istituto Alvar Aalto. Alla moglie, Laura Castagno, e al figlio, Stefano, a nome mio e dell’Amministrazione Comunale le più sincere condoglianze e la nostra vicinanza.”

0
0
0
s2sdefault

Sono nuovamente in fase di erogazione i “buoni spesa” dedicati ai pinesi maggiormente colpiti dalla crisi economica determinatasi a causa del COVID-19, una forma di sostegno alle persone più in difficoltà che possono presentare richiesta al Comune di Pino Torinese per beneficiare di un supporto per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità da utilizzare esclusivamente presso gli esercizi commerciali del territorio comunale.

1. Chi può fare richiesta
Possono fare richiesta le persone residenti nel Comune o domiciliati nel Comune a causa delle limitazioni alla circolazione derivanti dall’emergenza COVID-19 che si trovano in stato di assoluto bisogno economico e assoluta necessità di generi alimentari e beni di prima necessità, per effetto dell’emergenza COVID-19.

2. Criteri di concessione delle provvidenze
I buoni spesa o i generi alimentari e prodotti di prima necessità saranno erogati tenendo conto della data di arrivo della domanda, in esito all’analisi del fabbisogno che sarà realizzata dagli uffici comunali, in raccordo e collaborazione con il Consorzio dei servizi socio-assistenziali del Chierese. Ai fini dell’analisi, verranno presi in considerazione i seguenti criteri:

1) soggetti o nuclei familiari privi di qualsiasi reddito e/o copertura assistenziale in conseguenza di perdite di lavoro o di reddito in dipendenza dall’emergenza;

2) nuclei familiari monoreddito derivante da lavoro dipendente o da attività autonoma il cui datore di lavoro o titolare dell’attività abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno;

3) nuclei familiari segnalati dall’ente gestore dei servizi socio-assistenziali, anche beneficiari di reddito di cittadinanza oppure beneficiari o titolari di trattamenti pensionistici validi ai fini del reddito, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio;

4) nuclei familiari in carico ai servizi sociali, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio.

Il Comune potrà interrompere l’erogazione e/o chiedere la restituzione di quanto corrisposto per i periodi in cui non sussistessero più le difficoltà. Sono considerate ammissibili le domande anche di coloro che beneficiano attualmente dei buoni spesa comunali, che tuttavia potranno fruire dell’erogazione della misura statale solo successivamente all’esaurimento del beneficio ottenuto ai sensi della DGC 106/2020.

3. Entità delle provvidenze

Il valore delle provvidenze necessario a coprire il fabbisogno quindicinale di generi alimentari e prodotti di prima necessità è definito secondo le seguenti modalità, in funzione della composizione del nucleo familiare:

  • Una persona 80 euro
  • Seconda persona 40 euro
  • Terza persona 40 euro
  • Dalla quarta persona 30 euro

Con un massimo quindicinale di 250 euro.

4. Modalità di erogazione e fruizione delle provvidenze

Le provvidenze saranno erogate in forma di buoni spesa. Il Comune prenderà contatto con i singoli beneficiari.

5. Modalità di presentazione della domanda di accesso alle provvidenze

La domanda di accesso alle provvidenze dovrà essere presentata utilizzando l’apposito modello allegato e potrà essere consegnata nei seguenti modi:

inviata a mezzo e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. unitamente a scansione del documento di identità del richiedente o comunque con l’indicazione del tipo di documento di identità, del numero e dell’autorità di rilascio;

consegnata presso gli sportelli del Servizio Sistema Educativo e Politiche Sociali del Comune, dal lunedì al venerdì in orario 8,30-12,30.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici:

  • Comune di Pino Torinese: 011 8117262

  • Consorzio dei servizi socio assistenziali del Chierese 011 0365240

👉AVVISO E INFORMAZIONI BUONI SPESA

👉MODULO DI RICHIESTA BUONI SPESA


AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FINALIZZATO ALL'INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI INTERESSATI ALLA FORNITURA DI PRODOTTI ALIMENTARI E GENERI DI PRIMA NECESSITA' A MEZZO DI BUONI SPESA E/O CARTE PREPAGATE DA DESTINARE A SOGGETTI COLPITI DALLA SITUAZIONE ECONOMICA DETERMINATASI PER EFETTO DELL’EMERGENZA COVID-19

👉AVVISO

👉MODULO DI ADESIONE COMMERCIANTE

0
0
0
s2sdefault

In occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della Violenza sulle Donne l'Amministrazione comunale di Pino Torinese propone l'incontro on line "Parole che fanno male, silenzi che annientano": un appuntamento "a distanza" che vede la partecipazione del Sindaco, Alessandra Tosi, dell'Assessore alle Pari Opportunità, Caterina Piana, della Presidente della Consulta Giovani di Pino e componente della FIDAPA Sez. Pino-Chieri, Elisa Pagliasso, e di Cinzia Mammoliti, Criminologia, Psicopatologia forense e Psicologia criminale che si occupa di consulenza e formazione dopo aver lavorato per molti anni con donne e minori vittime di violenza. 

Durante l'intervista la Dr.ssa Mammoliti presenta il suo saggio "Le parole per difenderci" sulla comunicazione manipolatoria e violenza psicologica nei contesti familiari e lavorativi. 

L'iniziativa è realizzata in collaborazione con l'Associazione FIDAPA - Sezione Pino Chieri e il Centro Comunale Persone e Famiglie Paridispari e Centro Aggregativo Giovanile. 

0
0
0
s2sdefault

CONSEGNA FARMACI A DOMICILIO

Alla luce dell'attuale situazione di emergenza sanitaria, e data la raccomandazione di uscire il meno possibile al fine di contenere il numero dei contagi, sul territorio di Pino Torinese è nuovamente attivo il servizio di consegna a domicilio di farmaci per cittadini con più di 65 anni, soggetti con patologie specifiche o a rischio, soggetti in quarantena (non positivi al Covid).
Per richiedere il servizio: tel. 0118117359 nei seguenti giorni e orari: lunedì 14-16,30 / martedì 9-12 / giovedì 9-10,30.
Questo numero di telefono NON fornisce informazioni o chiarimenti sull’emergenza Covid-19 o su altre iniziative ad essa legate.
I farmaci vengono ritirati presso le farmacie e la parafarmacia di Pino Torinese e recapitati solo in territorio pinese. Le consegne vengono effettuate il mercoledì tra le 17 e le 20 e il sabato tra le 10 e le 12.
Chi effettua le consegne: volontari delle associazioni pinesi, contattati dal Comune. Il volontario si fermerà all’esterno dell’abitazione; nessuno è autorizzato ad entrare.


CONSEGNA SPESA A DOMICILIO A CURA DEI COMMERCIANTI PINESI

Alcuni esercizi commerciali pinesi, per venire incontro ai cittadini in considerazione delle raccomandazioni disposte dal DPCM di limitare le uscite dalla propria abitazione, ripropongono sul nostro sito il servizio di consegna della spesa a domicilio: a loro va il ringraziamento dell'Amministrazione per la disponibilità e la prontezza nel riattivare un servizio che si è già dimostrato molto apprezzato dalla cittadinanza.  

Ecco il dettaglio (con relativi riferimenti) degli esercizi commerciali cui rivolgersi per richiedere la consegna a domicilio.
  

0
0
0
s2sdefault
Per i soggetti positivi al Covid-19 è nuovamente attivo a Pino Torinese il servizio di consegna a domicilio di farmaci, alimentari e generi di prima necessità.
Per richiedere il servizio farmaci: telefonare alla Croce Rossa Italiana – sede di Chieri – al n. 0119471810 nel seguente orario: dal lunedì al venerdì 8,30-17,00 / sabato 8,30-12,30.
La consegna sarà effettuata direttamente da personale della Croce Rossa.
Per richiedere la spesa di alimentari e altri beni di prima necessità: telefonare ad uno dei negozi inseriti nell’elenco pubblicato sul sito internet comunale.
Il negozio contatterà il Comune per organizzare il recapito della spesa, la cui consegna sarà poi effettuata da personale della Croce Rossa.
I giorni di consegna sono i seguenti: lunedì, mercoledì e venerdì in orario 13-15.
Gli acquisti devono corrispondere almeno alla spesa settimanale: non si può utilizzare il servizio per la spesa quotidiana. Inoltre non è possibile garantire la consegna della spesa il giorno stesso in cui viene ordinata.

Ecco i commercianti presso i quali rivolgersi per questo servizio:
  • Panetteria LA PINETA - Via Superga, 4 - Tel. 011.841135 - Cell. 340.3288797
  • Alimentari LA BOTTEGA DELLA VALLE - Via Tetti Civera, 8 - Tel. 011.8111333
  • Alimentari BELVEDERE - Via Roma, 12 - Tel. 011.840347 - Cell. 349.1269764
  • Alimentari SOTTIL - VIa Rosero, 1 - Tel. 011.840461 - Cell. 345.2957062
  • Alimentari SWEET BIO DELICIOUS - Via Chieri, 62 - Cell. 345.0105049
  • Macelleria BORRA MASSIMO - Via Roma, 91 - Tel. 011.842363
  • Gastronomia AI FORNELLI - Via Molina, 3 - Tel. 011.843259 - Cell. 320.7708022
  • Prodotti per animali ANIMAL'S COMPANY - Via Roma, 54 - Tel. 011.8119480
0
0
0
s2sdefault

DECRETO "RISTORI" CON AIUTI E AGEVOLAZIONI PREVISTE A LIVELLO NAZIONALE


AGEVOLAZIONI E CONTRIBUTI PREVISTI DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PINO TORINESE PER PRIVATI E COMMERCIANTI PINESI


PER I CITTADINI PINESI: EROGAZIONE DI BUONI SPESA O GENERI ALIMENTARI E BENI DI PRIMA NECESSITA’ IN FAVORE DEI RESIDENTI IN STATO DI BISOGNO ECONOMICO A CAUSA DELL’EMERGENZA COVID-19

I pinesi colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza COVID-19, possono presentare richiesta al Comune di Pino Torinese per beneficiare di buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità da utilizzarsi esclusivamente in uno degli esercizi commerciali individuati tramite manifestazione di interesse e pubblicati sul sito istituzionale del Comune.

1. Chi può fare richiesta

Possono fare richiesta le persone residenti nel Comune di Pino Torinese che si trovano in stato di assoluto bisogno economico e assoluta necessità di generi alimentari e beni essenziali, per effetto dell’emergenza COVID-19.

2. Criteri necessari per presentare richiesta

I buoni spesa saranno erogati in esito all’analisi delle domande pervenute effettuata da un’apposita commissione. Ai fini dell’analisi, verranno presi in considerazione i seguenti presupposti:

1) soggetti o nuclei familiari privi di qualsiasi reddito e/o copertura assistenziale in conseguenza di perdite di lavoro o di reddito in dipendenza dall’emergenza;

2) nuclei familiari monoreddito derivante da lavoro dipendente o da attività autonoma il cui datore di lavoro o titolare dell’attività abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno;

3) nuclei familiari segnalati dall’ente gestore dei servizi socio-assistenziali o da soggetti del terzo settore, che non siano beneficiari di reddito di cittadinanza oppure beneficiari o titolari di trattamenti pensionistici validi ai fini del reddito;

4) nuclei familiari in carico ai servizi sociali sulla base dei bisogni rilevati nell’ambito dell’analisi preliminare o del quadro di analisi da effettuarsi a cura dell’Assistente sociale di riferimento, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio.

Al fine dell’ammissione della domanda il nucleo familiare deve altresì:

1) avere residenza nel Comune di Pino Torinese;

2) ricadere in una fascia Isee uguale o inferiore a € 8.000,00.

Le domande ammissibili verranno inserite in un elenco in ordine di priorità di accesso al beneficio basato sul maggiore stato di bisogno, come risultante dall’attestazione Isee e dalla dichiarazione sostitutiva presentata dal richiedente, nonché sulla base delle informazioni già note agli uffici comunali.

3. Modalità di presentazione della domanda 

La domanda di accesso alle provvidenze dovrà essere presentata utilizzando il modello allegato entro il 18/11/2020 e potrà essere consegnata nei seguenti modi:

  • inviata a mezzo e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. unitamente a scansione del documento di identità del richiedente;
  • consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune negli orari di apertura al pubblico.

Informazioni potranno essere richieste ai seguenti numeri:
Comune di Pino Torinese – Servizio Sistema Educativo e Politiche Sociali: 0118117262
Consorzio dei servizi socio assistenziali del Chierese – Distretto di Pino Torinese 0110365240

Bando completo
Autodichiarazione da compilare per la partecipazione


PER I COMMERCIANTI: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORNITURA DI PRODOTTI ALIMENTARI E GENERI DI PRIMA NECESSITA’ A MEZZO BUONI SPESA 

E' pubblicata la manifestazione di interesse finalizzata all'individuazione degli operatori economici interessati alla fornitura di prodotti alimentari e generi di prima necessità a mezzo di buoni spesa da destinare a soggetti colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell'emergenza Covid-19

Avviso manifestazione di interesse
Modulistica manifestazione di interesse


PER I COMMERCIANTI: SOSTEGNO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE PER IL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE E AFFITTO

Il Comune di Pino Torinese, rilevato che numerose attività produttive stabilite sul territorio hanno dovuto sospendere o limitare l’attività durante la fase critica finalizzata al contenimento (periodo di lockdown marzo/maggio), ha deciso di erogare ad ogni operatore che esercita l'attività in un locale situato a Pino Torinese, il cui possesso derivi da contratto di affitto/locazione, un contributo pari al 50% del canone mensile, come stabilito da contratto, per i mesi di marzo e aprile 2020, sino ad un massimo complessivo di €. 1.000,00. 
In caso di chiusura parziale, il contributo sarà ridotto del 20%.
Sono esclusi da tale contributo coloro che abbiano una pendenza tributaria riferita ad annualità fino all’anno 2019 nei confronti del Comune di Pino Torinese, i beneficiari del contributo previsto con deliberazione della Giunta comunale n. 87/2020, i beneficiari del contributo comunale a fondo perduto a sostegno delle attività economiche – produttive già beneficiarie ex art. 25 D.L. 34/2020 e le medie e le grandi strutture di vendita.

Testo integrale del Bando e modulo di richiesta


PER I COMMERCIANTI: CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE - PRODUTTIVE

Il Comune di Pino Torinese concede un contributo ai soggetti esercenti attività d'impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario, titolari di partita IVA, con sede legale in Pino Torinese, che hanno già ricevuto il contributo ex art. 25 dl. 34/2020 e che lo stesso contributo non sia successivamente restituito (in quanto non dovuto). Il contributo, 10% di quello corrisposto dall’Agenzia delle Entrate, sarà erogato alla presentazione dell’istanza redatta nel modulo
allegato al bando. 
Verrà data precedenza in base all’ordine di presentazione delle istanze risultante dalla registrazione al Protocollo comunale e verranno ritenute valide le domande pervenute
entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del bando all’albo pretorio comunale. La presentazione della domanda non costituisce diritto a ricevere il contributo nel caso di esaurimento delle risorse disponibili.

Testo integrale del Bando e modulo di richiesta

0
0
0
s2sdefault

Sottocategorie