Benvenuti sul nuovo sito del Comune di Pino Torinese. Stiamo lavorando al trasferimento di tutti i contenuti sul nuovo portale del Comune. Se non trovi ciò che stai cercando, vai al vecchio sito cliccando sulla voce sottostante

Notizie dal Comune

Anche Pino aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio, l’appuntamento annuale promosso in Italia dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per riaffermare la centralità del patrimonio culturale e del suo valore storico, artistico, identitario, che quest’anno si svolgerà nei giorni di sabato 21 e domenica 22 settembre.

In Italia, ogni anno aderiscono all’iniziativa moltissimi luoghi della cultura, tra musei, gallerie, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, biblioteche e archivi, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata, basata su un tema di riflessione comune, ogni anno diverso.

Tema di questa nuova edizione della manifestazione: “Un due tre... Arte! Cultura e intrattenimento”.

Per l’occasione l’Amministrazione Comunale propone tre appuntamenti che si terranno sul territorio il 19, il 21 e il 22 settembre.

Giovedì 19 settembre, alle ore 18.15, presso la Biblioteca A. Caselle (via Folis, 9), si terrà l’inaugurazione della mostra dedicata alla storia e alle tradizioni che da sempre hanno caratterizzato la comunità e il territorio pinese. La mostra, intitolata “Pino nel tempo. Un viaggio virtuale alla riscoperta dell’autenticità e delle tradizioni”, è a cura dell’Associazione Amici della Torre di Montosòlo e sarà aperta al pubblico fino al 30 settembre 2019. A seguire, al Teatro “Le Glicini” (via M. Cristina, 13) alle ore 20.45, sarà possibile assistere anche a uno spettacolo teatrale.

Sabato 21 settembre, alle ore 10.30, si svolgerà una visita guidata gratuita dell’Istituto Alvar Aalto – Museo dell’Architettura Arti Applicate e Design di Pino Torinese (via Antonelli, 6), costruito nel 1979 dall'architetto Leonardo Mosso, insieme a Laura Castagno, al padre Nicola e ad alcuni amici artisti e architetti, in cui sono conservate importanti collezioni e testimonianze del Novecento europeo. Per partecipare è richiesta la prenotazione (Servizio Educativo tel. 011.8117262 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Domenica 22 settembre, infine, il Museo delle Contadinerie aprirà le sue porte dalle ore 15.00 per una visita guidata gratuita, per conoscere gli aspetti più curiosi e insoliti della cultura contadina locale (per informazioni: 328.8505150)

0
0
0
s2sdefault

E' in distribuzione il nuovo numero del Pino Notizie: in attesa di riceverlo cartaceo, potete visualizzarlo qui

BUONA LETTURA!

0
0
0
s2sdefault

In questa prima parte del mandato sono state organizzate otto serate del ciclo "L'Amministrazione incontra i cittadini": occasioni di confronto, informazione e aggiornamento aperte alla cittadinanza e dedicate a temi importanti (sicurezza, rifiuti, lavori pubblici, cultura ed eventi ...)

Siamo attualmente in fase di organizzazione delle serate e, sempre nell'ottica di garantire trasparenza e co-partecipazione, vogliamo chiedere a voi cittadini: CI SONO ARGOMENTI IMPORTANTI CHE VORRESTE APPROFONDIRE, CHE RITENETE UTILE AFFRONTARE O SUI QUALI NECESSITATE DI MAGGIORI DETTAGLI E CHE QUINDI POTREBBERO DIVENTARE OGGETTO DI FUTURE SERATE PUBBLICHE?

Segnalateceli attraverso il modulo appositamente predisposto che trovate qui sotto: grazie!

0
0
0
s2sdefault

Lunedì 9 settembre 2019 alle 21, presso l'Auditorium del Centro Polifunzionale, via Folis 9, scopriamo insieme cos'è la LIVING LIBRARY!

E SE LE PERSONE FOSSERO LIBRI? L'idea di fondo della Living Library è che ogni persona ha una storia da raccontare e che si possa ascoltare la storia dalla viva voce della persona come si legge un libro. La Living Library è un metodo innovativo che permette di uscire da facili categorie e stigmatizzazioni; ascoltare e raccontare storie vuol dire creare occasioni di incontro e nuove relazioni, con un'ampia ricaduta sull'intera comunità.

L’iniziativa nata in Danimarca nel 2000, è stata riconosciuta nel 2003 dal Consiglio d’Europa come buona prassi e, come tale, incoraggiata ed esportata in tutto il mondo. “Mettere storie in comune” significa creare e consolidare una comunità: nella condivisione di storie elaboriamo le nostre esperienze, ci riconosciamo e siamo riconosciuti nel nostro sentirci unici, fragili, diversi, stranieri, forti, ambigui, eroi, navigatori, bisognosi, belli, brutti, buoni, cattivi. Semplicemente umani. Ogni storia rimanda ad altre storie e suggerisce come tutto si lega e ci lega anche agli altri, facilitando l’assunzione di nuovi punti di vista e aprendo a nuove prospettive.

Il tema suggerito gioca sulla “Luna” in occasione del cinquantesimo anniversario dell’atterraggio, come pretesto per riflettere sul tema della felicità. Quali sono i momenti della vita in cui ci si è sentiti veramente felici? Si dice che se non sei felice con ciò che hai, non lo sarai nemmeno con ciò che desideri. Sia le persone sia una comunità sono felici e resilienti quando hanno avuto delle relazioni importanti nei primi anni della propria vita; la felicità è sincera quando la si può condividere? O forse si può essere felici solo in un momento di estasi solitaria e meditativa in cui ci si sente parte dell’Universo. Riflettere sulla felicità è riflettere su di noi come essere umani, minuscoli elementi di un cosmo infinito, partendo dall’idea che spesso “l’essenziale è invisibile agli occhi”.

Sono invitati alla creazione della Living Library tutti i soggetti interessati all’evento, in particolare le Associazioni del territorio, i giovani, gli ospiti dei progetti di accoglienza, gli operatori dell'accoglienza, con l'obiettivo di formare un piccolo gruppo di persone in grado di raccogliere storie di vita su un tema comune.

Il percorso prevede tre fasi:

- la formazione dei “librai”

- la raccolta delle storie (realizzata dagli stessi librai)

- la realizzazione di un catalogo con le storie che saranno presenti all’evento pubblico dove tutti coloro che parteciperanno come “lettori” potranno scegliere di ascoltare almeno due storie dalla viva voce dei protagonisti (i “libri viventi”)

L’evento Living Library di Pino Torinese avrà luogo SABATO 19 OTTOBRE 2019 dalle 17 alle 19,30 presso i locali del Planetario.

0
0
0
s2sdefault

Torna il ricco calendario di appuntamenti autunnali alla scoperta di eccellenze e prodotti nel territorio di Strade di Colori e Sapori, di cui anche Pino Torinese è parte. Tanti eventi su tutto il territorio del chierese, nei mesi di settembre e ottobre, per scoprire sapori, eccellenze ed esperienze. Queste le proposte a Pino:

Domenica 15 Settembre ore 15.30 e ore 17 “Chiediamolo agli alberi” Presso il B&B Gli Specchi, una villa di fine Ottocento immersa in un magnifico giardino, il filosofo vegetale pinese Paolo Astrua propone il laboratorio partecipato "Chiediamolo agli alberi": attraverso il dialogo attivo si osserverà come il mondo vegetale può diventare un valido maestro di vita. Seguirà una degustazione dal titolo "L'erba del vicino", a cura de Ai Fornelli di Pino.

Domenica 29 Settembre ore 15.30 e ore 17 “Il giardino dei sensi” La dimora privata di Castelvecchio, residenza di fine Seicento ricca di storia e arte, sarà straordinariamente aperta per ospitare un laboratorio sensoriale partecipato sulla relazione uomo - pianta a cura del filosofo vegetale pinese Paolo Astrua. L'esperienza sarà completata con una degustazione a cura di MaDe con prodotti dell'azienda agricola Davide Boniforti di Pino, per assaporare le virtù del miele e dello zafferano.

Domenica 20 Ottobre ore 15 - 16 - 17 “La Casa dei Sogni” Una delle case più famose al mondo: Casa Y, una villa contemporanea in cemento e vetro, perfettamente inserita nella natura di Pino Torinese; un luogo spettacolare, dove il design incontra la sostenibilità ambientale. Al termine della visita condotta dal proprietario, l'architetto Luca Gandini, i partecipanti riceveranno una confezione con tre tipi di miele prodotti dall'azienda agricola Davide Boniforti di Pino al costo di 12 €.

Info e prenotazioni: Sportello Turistico Chieri, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 011.9428440

Programma completo

0
0
0
s2sdefault

Sottocategorie