Benvenuti sul nuovo sito del Comune di Pino Torinese. Stiamo lavorando al trasferimento di tutti i contenuti sul nuovo portale del Comune. Se non trovi ciò che stai cercando, vai al vecchio sito cliccando sulla voce sottostante

Notizie dal Comune

Da mercoledì 20 maggio riapre la Biblioteca A. Caselle di Pino Torinese.

Per la sicurezza di tutti è importante rispettare queste linee guida:

  • si potrà prendere in prestito esclusivamente il materiale bibliografico e multimediale che è stato prenotato tramite mail o telefono e che è presente in biblioteca. Ogni utente dovrà effettuare la ricerca del materiale a casa o telefonando o inviando una mail
  • si potrà ritirare su appuntamento il materiale prenotato, che verrà consegnato all’utente. Potrà entrare un utente alla volta
  • si potrà restituire libri o materiale multimediale inserendoli nel box all’esterno che verrà periodicamente svuotato

L'orario di apertura fino al 31 maggio sarà:

da lunedì a giovedì 14-18,30
da giovedì a sabato 9-12

Gli utenti, per il ritiro del materiale, dovranno essere muniti obbligatoriamente di mascherina e dovranno effettuare il lavaggio delle mani con gel igienizzante, osservando sempre la distanza di 1 metro come da decreto.

La circolazione libraria e le prenotazioni presso altre biblioteche rimangono bloccate fino a nuove comunicazioni. Non sarà possibile consultare giornali, libri, pc e utilizzare i tavoli per lo studio.

Si raccomanda di presentarsi in biblioteca solo su appuntamento. La porta d'ingresso sarà chiusa: per accedere occorre bussare e attendere a 1 metro di distanza.

La permanenza all'interno dei locali è strettamente legata al tempo di consegna del materiale.

RISPETTIAMO LE REGOLE PER TORNARE PRESTO ALLA NORMALITA'! INSIEME CE LA FAREMO!

Per maggiori informazioni tel. 011.8117336
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

0
0
0
s2sdefault

LA SITUAZIONE SANITARIA A PINO TORINESE 

Si riporta di seguito la dichiarazione del Sindaco di Pino Torinese, Alessandra Tosi, in merito all'attuale situazione sanitaria presente a Pino Torinese aggiornata al 23 maggio 2020.


DPCM 17 MAGGIO 2020 E DL N:33 DEL 16 MAGGIO 2020: QUALI LE NOVITA' A LIVELLO NAZIONALE DAL 18 MAGGIO? 

Ricordando che è sempre necessario prestare la massima attenzione, evitando di creare assembramenti e rispettando le distanze interpersonali e le misure di sicurezza, riportiamo a seguire una sintesi delle nuove misure previste dal DPCM del 17 maggio 2020 e dal DL n.33 del 16.05.2020. Si tratta di misure valide sull'intero territorio nazionale: nei prossimi giorni approfondiremo ulteriormente le applicazioni di queste misure a Pino Torinese.

SPOSTAMENTI
A PARTIRE DAL 18 MAGGIO:

  • ci si può spostare liberamente all’interno della stessa Regione

  • non è più necessario esibire la l’autocertificazione

  • si potranno vedere oltre ai congiunti, anche gli amici

  • gli spostamenti tra Regioni diverse restano sono possibili solo per necessità urgenti, motivi di lavoro o di salute

A PARTIRE DAL 3 GIUGNO saranno consentiti gli spostamenti interregionali e all'interno dell'Unione Europea.
In ogni caso le persone sottoposte alla misura della quarantena non possono lasciare la propria abitazione o dimora.

ATTIVITA' SPORTIVE
A PARTIRE DAL 18 MAGGIO sono consentiti gli allenamenti degli sport di squadra, rispettando il distanziamento sociale e a porte chiuse.
E' inoltre consentito svolgere attività sportiva o motoria all’aperto rispettando la distanza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.
DAL 25 MAGGIO potranno riaprire le palestre, le piscine e i centri sportivi, nel rispetto delle regole di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

ATTIVITA' LUDICO RICREATIVE 
A PARTIRE DAL 18 MAGGIO riaprono i musei, rispettando la distanza di un metro tra i visitatori.
DAL 15 GIUGNO apriranno teatri, cinema e sale da concerto, anche all’aperto, con numero massimo di spettatori (200 luoghi chiusi, 1000 all’aperto) e saranno consentite attività ludiche, ricreative ed educative per bambini, anche al chiuso o all’aria aperta. 

CELEBRAZIONI RELIGIOSE
Dal 18 maggio sono consentite tutte le funzioni religiose nel rispetto dei protocolli di sicurezza e sempre nel rispetto delle regole del distanziamento sociale.

Testo completo del DPCM del 17.05.2020

RIAPERTURA DELLE ATTIVITA' ECONOMICHE: ORDINANZA REGIONALE N.58

In Piemonte la riapertura delle attività economiche sarà graduale e a seconda delle diverse tipologie di attività:

DAL 18 MAGGIO
tutti i negozi al dettaglio
saloni per parrucchieri
centri estetici
studi di tatuaggio e piercing
tutti i servizi per gli animali (oltre alle toelettature già attive potranno riprendere l’attività i dog sitter, le pensioni e l’addestramento)
tutte le altre strutture ricettive al momento ancora chiuse
musei, archivi e biblioteche
impianti, centri e siti sportivi per tutti gli sport all’aria aperta in forma individuale o in coppia con il proprio istruttore (purché sempre nel rispetto delle distanze e delle relative disposizioni di sicurezza)
cantieri di lavoro e tirocini extracurricolari in presenza

DAL 20 MAGGIO
banchi extralimentari nei mercati (per consentire i tempi di adeguamento alle nuove linee guida per la sicurezza e permettere ai Comuni di tracciare i nuovi spazi sulle aree mercatali)

DAL 23 MAGGIO
Bar, ristoranti e le altre attività di somministrazione alimenti (resta sempre consentito il servizio di asporto per il quale l’orario viene esteso dalle 6 alle 22 e la prenotazione da remoto, pur preferibile, non sarà più obbligatoria.)

Per garantire la sicurezza e il contenimento del contagio da Covid-19, la riapertura di tutte le attività dovrà avvenire nel rispetto di quanto previsto dalle “Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive” approvate dal Governo in accordo con la Conferenza delle Regioni e allegate all’ordinanza.

Testo dell'Ordinanza n.58 del 18.05.2020
Linee guida allegate all'Ordinanza


PER ESSERE AGGIORNATI IN TEMPO REALE

Governo: http://www.governo.it/it/coronavirus-misure-del-governo

0
0
0
s2sdefault

AL VIA LA DISTRIBUZIONE DELLE MASCHERINE INVIATE DALLA REGIONE PIEMONTE

Prenderà il via domani, mercoledì 13 maggio, la consegna delle mascherine inviate dalla Regione Piemonte e destinate ai residenti nel territorio di Pino Torinese.

Si tratta di dispositivi delle vie aeree, lavabili e riutilizzabili, da utilizzare nella quotidianità finché le misure di contenimento del virus COVID19 ne raccomanderanno l’uso.

Le mascherine verranno distribuite dal Comune di Pino Torinese grazie alla collaborazione della Polizia Locale con una ricca rete di volontari costituita da gruppo Scout di Pino Torinese, Associazione Papà in gioco, corpo AIB e Protezione civile.

Gli incaricati della distribuzione, muniti di autorizzazione del Sindaco, recapiteranno nelle buche delle lettere le buste contenenti le mascherine; dove non saranno presenti le buche, le buste verranno depositate fuori dall’abitazione dopo aver avvisato i residenti.

In nessun caso i volontari sono autorizzati a entrare nelle abitazioni dei pinesi.

La distribuzione avverrà nell’arco di più giornate fino alla copertura dell’intero territorio.

“La consegna delle mascherine – dichiara il Sindaco, Alessandra Tosi – è un ulteriore passo per garantire una sempre maggiore sicurezza contro il COVID-19. Ringraziamo la Regione Piemonte che ha fornito questi dispositivi, e soprattutto i tanti volontari delle Associazioni pinesi che si sono rese disponibili per la consegna capillare su tutto il nostro territorio. Stiamo lavorando affinchè si possa giungere a una nuova normalità, riprendere le attività lavorative e i rapporti interpersonali, seppur con un occhio sempre alla sicurezza e alle misure igienico-sanitarie. In questo, il comportamento dei singoli ha un ruolo determinante: confido che ciascuno di noi saprà fare la sua parte nel rispettare le norme e quindi nel contrastare il COVID-19. Insieme ce la faremo.”

0
0
0
s2sdefault
AL VIA IL BANDO PER I COMMERCIANTI PER ACCEDERE AL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PER ACQUISTO DI DISPOSITIVI CONTRO IL COVID-19

E' pubblicato sul sito del Comune il bando per accedere ad un contributo economico riservato ai titolari di attività economiche stabilite sul territorio pinese a rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.
Possono accedere al contributo gli esercizi di vicinato, medie strutture di vendita, pubblici esercizi e artigiani a diretto contatto col pubblico che hanno sede in  Pino Torinese e hanno sostenuto queste spese tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso (o comunque non oltre il 31 luglio 2020, salvo proroga).
La dichiarazione, redatta esclusivamente utilizzando il modello pubblicato sul sito del Comune, dovrà essere consegnata all’Ufficio Protocollo del Comune, o trasmessa con raccomandata con ricevuta di ritorno o inviata mediante posta elettronica certificata unitamente a copia del documento di identità del dichiarante e copia delle parcelle/fatture/ricevute d’acquisto.
Il progetto prevede l’elargizione di un contributo economico pari alla spesa sostenuta e documentata, sino ad un massimo di € 500 per azienda: lo stanziamento massimo previsto è di € 15.000 e la data di presentazione delle domande costituisce ordine di precedenza.
Le dichiarazioni inviate ma non finanziate per esaurimento dei fondi verranno ritenute comunque valide per un futuro rifinanziamento in caso di nuove risorse a disposizione.

"Abbiamo messo a punto questo strumento - dichiara il Sindaco, Alessandra Tosi - che vuole essere un supporto concreto ai nostri commercianti per far fronte ai danni economici causati dall'epidemia del Covid-19. In particolare, con questo bando diamo l'occasione di rientrare, almeno in parte, delle spese che devono sostenere per rendere i propri negozi a norma di legge affinchè rispettino le misure igienico-sanitarie previste dal DPCM. Speriamo che si possa man mano tornare alla normalità, e così tornare a effettuare i nostri acquisti con più serenità, vivendo il centro cittadino anche come luogo di aggregazione. A questo proposito rivolgo un appello ai miei concittadini affinchè, nel momento in cui si deve andare a fare la spesa, prediligano i negozi pinesi e le attività che sorgono sul nostro territorio: grazie ai piccoli gesti di ciascuno di noi si potrà dare la spinta necessaria per la ripartenza."

Testo integrale del Bando

Modulo di dichiarazione per accedere al contributo (editabile on line)

0
0
0
s2sdefault

Lunedì 4 maggio si è entrati nella fase II dell'emergenza sanitaria per il COVID-19.

Al fine di continuare a contrastare la diffusione del virus, vi ricordiamo che è fortemente consigliato RESTARE IN CASA, uscendo esclusivamente per urgenze o motivazioni strettamente necessarie (lavorative, di salute o bisogni indifferibili). 

Tra le novità della fase II, il DPCM del 26 aprile 2020 prevede la possibilità per alcuni esercizi alimentari di effettuare la vendita d'asporto (take away) mantenendo comunque la consegna a domicilio. In particolare, nei locali che effettuano l’asporto, le norme da rispettare sono le seguenti:

  • è consentita la ristorazione d’asporto nella fascia oraria 06.00-21.00 fermo restando l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri, sia in attesa dell’ingresso sia all’interno dell’esercizio;

  • è consentito l’accesso all’interno dei locali in modo dilazionato e esclusivamente muniti di apposita mascherina per la protezione delle vie respiratorie;

  • è vietata la consumazione di prodotti all’interno dei locali;

  • è vietata la sosta nel locale più del tempo necessario all’acquisto dei beni;

  • è necessario mettere a disposizione della clientela soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

  • è necessario garantire la pulizia e l’igiene ambientale dei locali aperti al pubblico almeno due volte al giorno ed in funzione degli orari di apertura;

  • nei locali fino a quaranta metri quadrati, può accedere una sola persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori;

  • nei locali con dimensioni superiori a quaranta metri quadrati, l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. 

AVVISO PER I COMMERCIANTI

Coloro che volessero attivare la vendita d'asporto sono tenuti a comunicarlo preventivamente al Comune utilizzando l'apposito modulo: MODULO DI COMUNICAZIONE PER AVVIO ATTIVITA' DA ASPORTO (il modulo è editabile e può essere compilato e inviato on line)


CONSEGNA DEI PROPRI ACQUISTI A DOMICILIO

Alcuni commercianti pinesi si sono resi disponibili, tramite l'Associazione APO, per effettuare consegne domiciliari alle utenze Pinesi. Ecco riportati gli esercizi commerciali aderenti all'iniziativa:

Eccoi COMMERCIANTI NON ALIMENTARI che hanno dato la propria disponibilità per consegnare a domilio gli acquisti effettuati:

1) Danisa Via Molina 11 3337165395/3396105667  pagina Facebook: Danisa
2) 
Mélange Via Molina 18 3806404796 pagina Facebook: Mélange
3) Premiere’ Via Molina 4 3334529131 pagina Facebook: Premiere.Moda

Se sei un commerciante e vuoi segnalare la tua disponibilità ad effettuare la consegna a domicilio puoi contattare la Segreteria APO (tel. 349.5114094)

#IoRestoaCasa #IoComproaPino

0
0
0
s2sdefault

L' Amministrazione Comunale, tramite la Protezione Civile, ha predisposto un servizio di consegna a domicilio dedicato ai pinesi più fragili, ultrassessantacinquenni, soggetti a rischio o con patologie specifiche.

Qui tutte le informazioni:

0
0
0
s2sdefault

Sottocategorie